area riservata
  • STAGE DI DISC DOG con ADRIAN STOICA

    CANbridge University è lieta di annunciare lo STAGE DI DISC DOG con Adrian Stoica, istruttore di DISC DOG di fama internazionale, Campione del Mondo (UFO 2016 e UFO T&C 2014) e 12 volte Campione Europeo.
  • TURID RUGAAS A NAPOLI!

    Evento imperdibile!
  • Corso di Formazione per Istruttori Cinofili con specializzazione in modificazioni comportamentali

    Iscrizioni aperte per il corso di formazione per "ISTRUTTORI CINOFILI con specializzazione in RECUPERO COMPORTAMENTALE" del CANssdrl in collaborazione con CSEN. Aperto ad EDUCATORI CINOFILI regolarmente iscritti al Registro Tecnico Nazionale del CSEN.
  • Corso Per Educatore Cinofilo 2017

    INIZIO PROSSIMO CORSO: APRILE 2017, ISCRIVITI ORA!!

    Quando la passione per i cani diventa un mestiere!

     
    Il Corso per Educatori Cinofili, ha l’obiettivo di formare professionisti in grado di:
    -       impostare la formazione di base del cane (training pedagogico)
    -       consolidare la conoscenza che ogni proprietario ha del proprio cane
    -       strutturare la comunicazione tra tutti i membri della famiglia, esaltando al meglio le potenzialità di ciascuno.
    -        
    Un Proprietario informato ed un Cane educato sono la chiave di una relazione perfetta
     
     
  • BACK TO SCHOOL, nuovi corsi!

    Il "Doposcuola" al CANbridge University

    Per chi sta seguendo un corso di esucazione e vuole approfondire o esercitarsi, per chi ha già concluso il percorso educativo e non vuole perdere i miglioramenti ottenuti, per chi desidera divertirsi con il proprio cane in modo costruttivo!
  • PROMOZIONE TESSERAMENTO

    Vieni a scoprire il nostro Club a 6 zampe
  • Puppies Day Care, il primo Asilo Nido per cuccioli

    Il CAN ssdrl presso la sua sede legale e la sua sede operativa (CANbridge University Centro Cinofilo), apre a Napoli il  “Puppies Day Care” il primo asilo nido per cuccioli dai 2 ai 5 mesi di età.
  • La Scuola dei Cuccioli

    Lezioni di gruppo per impostare, fin da subito, una corretta comunicazione e relazione ed imparare a soddisfare le esigenze del nuovo arrivato per prevenire la comparsa di problemi comportamentali.

    Le “puppy class” sono percorsi di gruppo indirizzati alla stimolazione precoce, alla socializzazione ed alla corretta educazione dei piccoli.

Come allevare un cucciolo orfano

Soprattutto dopo l'estate capita frequentemente di trovare cuccioli abbandonati, a volte piccolissimi, sottratti alle indispensabili cure materne.

Spesso questi cani sono destinati ad un progressivo deperimento ma a volte, grazie all'aiuto di volontari piu' o meno esperti, riescono a raggiungere l'eta' adulta ed e' per questo che vale sempre la pena "adottarli", basta conoscere alcune nozioni di pediatria veterinaria.
La situazione e' piu' complessa quanto piu' giovane e' l'orfano, particolarmente impegnativa se il cucciolo si trova nella prima fase del suo sviluppo, nel periodo neonatale cioe' quando ancora dipenderebbe totalmente dalla madre.
E' possibile che cuccioli di pochi giorni non abbiano nemmeno assunto il colostro o primo latte ricco di composti nutritivi e di immunoglobuline e siano quindi animali deboli ed immunodepressi la cui sopravvivenza e' legata non solo alla somministrazione di sostituti del latte materno ma anche alle condizioni ambientali.
Per allevare questi cuccioli e' quindi necessario creare ambienti puliti, senza correnti d'aria, fornire calore con lampade riscaldanti, bottiglie o borse di acqua calda e coperte.
I cuccioli nelle prime settimane di vita non sono in grado di esplicare le funzioni eliminatorie da soli ed e' quindi necessario sostituire l'azione materna strofinando la zona perineale con ovatta bagnata.
Alimentare i cuccioli con latte di vacca e' assolutamente controindicato perche' quello di cagna e' piu' ricco in grassi e piu' povero in lattosio.
In commercio esistono dei sostituti del latte di cagna da somministrare con gli appositi biberon.
Per le prime settimane si somministreranno frequenti e piccoli pasti (10 cc per cuccioli tra 200 e 300 gr) aumentando gradualmente la quantita'.
Successivamente e' possibile mescolare il latte nel biberon con dell'omogeneizzato e, a partire dalla terza settimana di vita del cucciolo, si puo' cominciare a introdurre un regime di alimentazione forzata incoraggiando, poco a poco, i piccoli a leccare da una ciotola poco profonda.
Particolare attenzione deve essere posta allo sviluppo comportamentale dei cuccioli orfani.
Tali cuccioli non hanno avuto la possibilita' di godere del contatto e degli insegnamenti materni e possono, purtroppo, facilmente sviluppare problemi comportamentali, se non gestiti correttamente.

La madre e' fonte inesauribile di apprendimento perche', dal primo al terzo mede di vita insegna ai cuccioli alcuni principi fondamentali:
- l'autocontrollo, la madre ferma i cuccioli se si sovraeccitano durante il gioco, in questo modo i cuccioli imparano a riconoscere i segnali di "STOP" che gli altri individui gli inviano;
- la gerarchizzazione alimentare: la madre comincia a ringhiare se i cuccioli si avvicinano mentre mangia lei, in questo modo i piccoli apprendono a rispettare il pasto degli individui gerarchicamente superiori,
- il controllo del morso: giocando con i fratelli puo' succedere che i cuccioli si facciano male.
Cio' determina l'emissione di un guaito da parte del cucciolo leso e l'intervento della madre che agisce punendo il cucciolo aggressore e che, cosi' facendo, insegna ai piccoli a non stringere troppo con la bocca
Giocando con i fratelli e imitando la madre i cuccioli, inoltre, mettono in atto nel gioco e senza alcuna serieta' dei moduli comportamentali che saranno utilissimi nella vita adulta e che vengono cosi' perfezionati.
E' l'interazione con il resto della cucciolata che permette ai cuccioli di imparare la comunicazione intraspecifica.
Cuccioli separati precocemente dalla madre possono essere particolarmente paurosi di stimoli ambientali e degli altri cani, possono essere particolarmente reattivi e mordere con forza durante il gioco.
E' veramente importante farsi accompagnare da esperti del settore nella gestione di questi cuccioli la cui socializzazione con gli altri cani e con l'ambiente esterno deve essere particolarmente precoce, graduale e controllata.
A questo punto, quando il grosso e' fatto, non resta che godersi la tenerezza di quel musetto e l'affetto che sapra' donare.

Dott.ssa Ludovica Pierantoni
Medico veterinario comportamentalista

Eventi

Link