Walking Dogs

pubblicato in: Eventi | 0

walking-dogs_320x200

Per chi ama la natura. da aprile ad ottobre sono attive le “walking dogs” le passeggiate con i cani guidate da istruttori cinofili.
Le passeggiate (alla portata di tutti) si svolgono nel bosco dei Camaldoli o degli Astroni la domenica mattina. Prenotazione obbligatoria

Gioco

pubblicato in: Magazine | 0

Possiamo considerare il gioco (o comportamento ludico) come un comportamento privo di un fine “serio” durante il quale vengono eseguiti “senza serieta’” , moduli comportamentali espressi con assoluta serieta’ in altri contesti (A. Mori, Dizionario di Etologia di D.Mainardi; ed. Einaudi, 1992).
Pur essendo un comportamento fine a se stesso, il gioco rappresenta un elemento determinante nella salute fisica e mentale del cane, ed e’ per questo che e’ necessario dargli la dovuta importanza.

Il gioco puo’ essere classificato come gioco sociale (con altri individui), individuale (effettuato da soli), strumentale (con oggetti) o di relazione (fuga-inseguimento, relazione).

Il gioco e’ una sorta di esercitazione attraverso la quale i soggetti giovani apprendono e maturano nozioni utili per la vita adulta riguardanti svariate sfere comportamentali.
Attraverso il gioco vengono messi in atto, senza serieta’, dei moduli comportamentali propri della sfera riproduttiva, di caccia, alimentare ecc che vengono perfezionati attraverso i momenti ludici per poi essere riprodotti nei corrispettivi comportamenti seri. Continued

La comunicazione intraspecifica del cane

pubblicato in: Magazine | 0

La comunicazione, processo alla base di ogni relazione sociale, avviene quando un animale risponde al segnale emesso da un altro animale e modifica di conseguenza il suo comportamento.
Il principale sistema di comunicazione del cane e’ quello olfattivo: il senso dell’olfatto e’ molto sviluppato nel cane che, si puo’ dire, si configuri il mondo sotto forma di “immagini olfattive”.
La comunicazione olfattiva avviene tramite il deposito di odori che permangono per lungo tempo nell’ambiente (feci, urine, secrezioni sacchi anali) e che servono al cane per identificare altri soggetti e per marcare il territorio soprattutto in presenza di odori di altri animali. Continued

Consigli per i nuovi proprietari di un gattino

pubblicato in: Magazine | 0

Un gattino, adottato e trasferito in una nuova casa, attraversa sempre un periodo di disagio piu’ o meno intenso legato al distacco dalla mamma e dai fratelli e all’inserimento in un territorio nuovo che il micio deve imparare a strutturare ed a rendere suo.

Per fare in modo che l’adozione sia quanto meno traumatica possibile e’ opportuno inserire in casa almeno per un mese i feromoni felini presenti in commercio che danno al nuovo ospite un messaggio di notevole tranquillita’ e contribuiscono a regolare il ciclo del sonno limitando il periodo in cui il piccolo chiedera’ ai proprietari di giocare anche di notte. I croccantini devono essere sempre a disposizione ed e’ possibile fornire al gatto oltre la sua ciotola un dispenser contenente cibo secco, collocandolo preferibilmente a 30-40 cm dal pavimento. Continued

Come allevare un cucciolo orfano

pubblicato in: Magazine | 0

Soprattutto dopo l’estate capita frequentemente di trovare cuccioli abbandonati, a volte piccolissimi, sottratti alle indispensabili cure materne.

Spesso questi cani sono destinati ad un progressivo deperimento ma a volte, grazie all’aiuto di volontari piu’ o meno esperti, riescono a raggiungere l’eta’ adulta ed e’ per questo che vale sempre la pena “adottarli”, basta conoscere alcune nozioni di pediatria veterinaria.
La situazione e’ piu’ complessa quanto piu’ giovane e’ l’orfano, particolarmente impegnativa se il cucciolo si trova nella prima fase del suo sviluppo, nel periodo neonatale cioe’ quando ancora dipenderebbe totalmente dalla madre. Continued

Ansia da separazione

pubblicato in: Magazine | 0

 

Fino a poco tempo fa con il termine “ansia da separazione” si indicavano tutti i problemi comportamentali manifestati dai cani in assenza dei loro proprietari.
In realta’ non sempre la motivazione alla base di determinati comportamenti e’ l’ansia ma puo’, piuttosto, essere correlata a paura o a veri e propri attacchi fobici.
Oggi si utilizza il termine di “Distress da separazione” per indicare tutti i problemi comportamentali, che si riferiscono alla separazione, caratterizzati da un alto livello di ansia prima dell’allontanamento di un membro della famiglia e conseguenti reazioni comportamentali in assenza di questa figura (Horwitz, Heath, Mills, 2002).
Si tratta di una vera e propria patologia che interessa soprattutto cani che sono stati ospitati in canili o soggetti che tornano da una pensione o, ancora, animali sottratti troppo precocemente dalla madre, il che provoca nel cucciolo uno stato di sconforto che lo porta a legarsi morbosamente a chi gli procura le cure materne. Continued

Festa di Natale

pubblicato in: Eventi | 0

 

 

Domenica 19 dicembre dalle 11.00 alle 13.00

Una mattinata in allegria con il proprio cane all’insegna del gioco, guidato dagli istruttori.
Per festeggiare un Natale a 6 zampe!

si prega di confermare l’adesione entro il 16 dicembre contattando il numero 3313909424.